Noi E La Giulia: la recensione

Quasi tutto il peggio della tipica commedia italiana riunito in un film inguardabile: due ore di strazio, retorica e mancanza di attendibilità.  

Love, Death + Robots – Stagione 2: la recensione

Ci sono stagioni che vanno alla grande, come la prima di Love, Death + Robots, e stagioni che non vanno proprio come la seconda.  

Il Filo Invisibile: la recensione

Se decidi di fare cinema, la qualità delle riprese la devi considerare. Forse non lo sapeva Marco Simon Puccioni che devasta una grande idea.  

Doctor Strange nel Multiverso della Follia: la recensione

Un perfetto film in pieno stile Raimi con un cast che si comporta bene; lascia a desiderare però la motivazione che scatena tutta questa follia.  

Ultraman – Stagione 2: la recensione

Stagione corta, che forse si salva proprio perché è corta e perché mantiene un ritmo che non annoia… Purtroppo il resto lascia molto a desiderare.  

Inception: la recensione

Un bel film che si fa fatica a seguire: Inception va visto un paio di volte per essere capito nelle sue sfaccettature.  

Moon Knight – Stagione 1: la recensione

Ben realizzata, ben interpretata e con degli spunti davvero interessanti. Forse è la più bella serie Marvel uscita fino ad ora?  

Equilibrium: la recensione

Un film che affronta il conflitto e le contraddizioni delle emozioni, questioni eterne, profonde quanto l’animo umano, e lo fa in maniera intensa ed emozionante.  

La Nebbia: la recensione

La Nebbia è una serie decisamente brutta che non rende affatto giustizia nè al film nè al racconto che fornisce lo spunto per la storia.  

Alessandro Cattelan – Una Semplice Domanda: la recensione

L’unica cosa giusta della serie Una Semplice Domanda di Alessandro Cattelan è il titolo. Il dubbio è proprio perché sia stata prodotta.  

Vampire Knight: la recensione

Amori e vampiri. Questo è un lavoro di buono spessore emotivo, ma cede qualcosa proprio sulla costruzione dei personaggi che sono purtroppo un po’ stereotipati.  

Choose Or Die: la recensione

Un film dalle buone potenzialità, Choose Or Die però manca di quel pizzico di brio e determinazione che lo avrebbe elevato fra gli altri horror.