Age Of Reforging potrebbe essere una sorpresa per il 2024

Gli amanti degli RPG vecchia scuola possono sperare: limando qualche legnosità, Age Of Reforging potrebbe piacere a chi cerca titoli ricchi di profondità e longevità.

 

 

Negli ultimi tempi si avverte un vento in grado di invertire la tendenza che stava facendo degenerare i giochi di ruolo in poco più di hack’n’slash fantasy. Age Of Reforging: The Freelands si propone di fornire un’esperienza di gioco simile ai classici in stile Baldur’s Gate, e la cosa non può non essere gradita.
Il piccolo team di sviluppo di PersonaeGame Studio sta preparando un mondo di gioco vasto e brutale, dove la nostra esplorazione potrebbe arrivare alla fine da un momento all’altro; i mostri che pattugliano le aree intorno ai centri abitati sono in grado di spazzarci con facilità e sarà fondamentale creare dei gruppi con personaggi reclutati anche molto più forti di noi.

 

 

Il gioco, disponibile già adesso in early access, non nasconde qualche angolo che dovrebbe essere smussato: per quello che abbiamo finora visto il gameplay è decisamente lento, la possibilità di orientare la visuale non sopperisce pienamente agli ostacoli che impediscono di vedere chiaramente intorno ai nostri personaggi, alcuni passaggi sono parecchio farraginosi e diverse funzioni non sono intuitive. Su tutto, manca un tutorial o una schermata in grado di spiegare come far recuperare stanchezza e salute ai nostri compagni, come nutrirli senza sprecare il cibo in vani tentativi e capace di introdurci pienamente alle meccaniche di gioco.

Age Of Reforging: The Freelands però nasconde una profondità non indifferente, con possibilità di quest multiple attive allo stesso tempo ed estrema libertà su come procedere nel gioco e nella costruzione del nostro stesso personaggio (di base sono presenti quattro classi e quattro razze).

 

 

Age Of Reforging: The Freelands è un titolo che terremo d’occhio nei prossimi mesi in attesa della sua versione definitiva.

Per condividere questo articolo: