Star Trek: Picard – Stagione 1: la recensione

Alla soglia degli ottant’anni Patrick Stewart torna a vestire i panni di Jean-Luc Picard in una storia decisamente diversa dalle solite proposte di Star Trek.  

Boris 4: la recensione

Signore e signori, il mito è servito. La nuova stagione della banda di Renè Ferretti approda su DisneyPlus e tocca apici epici.  

Pistol: la recensione

Piccola operazione matematica: Danny Boyle + punk + Londra degli settanta = bomba. Cambiando l’ordine dei fattori, il risultato non cambia.  

Salvation: la recensione

Netflix continua a proporre serie di pessima qualità: Salvation è l’ennesimo prodotto di scarsissimo valore, con una sceneggiatura che definire stupida è riduttivo.  

House Of The Dragon: la recensione

Orfani di Game Of Thrones, si torna tutti a Westeros! Chi vincerà questa volta il gioco del trono?    

Avvocata Woo: la recensione

Una serie tv perfetta… se dovete espiare una vita di violenze e soprusi. Se Dante l’avesse vista, l’avrebbe messa di forza in un girone dell’Inferno.  

Il Signore degli Anelli – Gli Anelli del Potere – Stagione 1: la recensione

“Un Anello per domarli, un Anello per trovarli, un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli.”; siete pronti ad assistere alla sua nascita?  

She-Hulk: Attorney At Law – Stagione 1: la recensione

Sembra una serie altalenante, con alcuni episodi interessanti ed altri banali; una spiegazione c’è, ma si capisce solo alla fine. Basterà per promuovere She-Hulk?  

Black Spot – Zone Blanche: la recensione

Perché dover tradurre in inglese il titolo di una serie franco-belga proprio non lo capisco. Fortunatamente la serie è buona e decisamente intrigante.  

Cobra Kai – Stagione 5: la recensione

Sono mancate alcune meccaniche importanti e quindi c’è da chiedersi: “Stagione sottotono o semplice momento di transito in vista di un finale scoppiettante?”  

Sneaky Pete: la recensione

La serie sulle truffe prodotta da Bryan Cranston con protagonista Giovanni Ribisi, il fratello strano di Phoebe in Friends.  

SEAL Team – Stagioni 1-5: la recensione

No, non è la solita serie sui militari americani che nella parte dei buoni vanno a diffondere la democrazia nel mondo a colpi di M4.