Gotham – Stagione 5: la recensione

Maledizione! Fino alla scorsa stagione eri una bella serie da seguire, perché mollare tutto così all’improvviso?

 

Gotham è stato il miglior prodotto di casa DC, ma questa quinta stagione ha abbassato, e di molto, gli standard. Sono consapevole che ci siano stati alti e bassi nelle precedenti stagioni (Gotham – Stagione 4), ma tutto sommato non ci si poteva lamentare.

Prima esisteva una parvenza di città, una credibile atmosfera di malsana normalità urbana, ora tutto è stravolto all’insegna di non si sa bene cosa. Esiste la città in quanto giungla urbana di derelitti che girano come branchi di disperati alla ricerca di un osso da rosicchiare. Gotham non esiste più come città ma solo come palcoscenico su cui gli attori si scannano a vicenda. L’assurdo è che il resto del mondo rimane a guardare senza alzare un dito.

 

 

Tendere l’arco fino all’estremo comporta spesso la rottura della corda; in questo caso si è arrivati a rompere la credibilità di una storia che, fino a questo momento, poteva ancora funzionare. Cercare di stupire a tutti i costi non è mai un fattore positivo, soprattutto se alla fine si sterza improvvisamente per tornare sulla strada principale di una trama più vicina a quella conosciuta.

Questa Gotham, descritta come un territorio di guerra, una luogo di nessuno, non è più sull’orlo del baratro. Non è proprio più una città. Non c’è più nulla da salvare se non le poche persone che ancora provano a sopravvivere come reietti in un mondo di morte e follia. Il commissario Gordon va ben oltre i suoi standard, esce fuori dal personaggio che tutti conosciamo per diventare un eroe, un paladino della giustizia a volto scoperto. Con questo Gordon che ispira e illumina il cammino dei buoni e di Bruce, com’è possibile che alla fine nasca Batman, oscuro giustiziere mascherato?

 

 

Le trame di questa stagione sembrano pensate per essere tirate alle lunghe, visto che non hanno molto altro da dire. La storia è già pronta da tempo ad accogliere il Batman adulto, lasciando il giovane Bruce nel dimenticatoio. Già nel finale della terza stagione mi auguravo di vedere in azione un giovane giustiziere mascherato, ma non sono stato accontentato, ho visto evolvere la storia fino ad esplodere in mille pezzi.

Il finale di questa quinta stagione lasca intravedere qualcosa d’interessante, ma come sempre accade, è arrivato l’annuncio della chiusura della serie. Di recente il cast ha aperto alla possibilità di poter lavorare su una sesta stagione. Molti fan vorrebbero vedere l’evoluzione del giovane Bruce e, tutto sommato, non dispiacerebbe neanche a me vedere come si evolverebbe il personaggio di Bruce in Batman, soprattutto se si riuscisse a tornare a quell’atmosfera di Gotham che c’era nelle precedenti stagioni. Chi vivrà vedrà.

 

Gotham – Stagione 5, 2019
Voto: 5
Per condividere questo articolo: