Natale 2022: le serie animate

Siete pronti per il cenone di Natale? Noi intanto vi carichiamo con qualche bella animazione da gustare sotto il vischio.

 

MerryChristmas SuperMario

 

Una bella tazza di cioccolato fumante, la panna montata e i biscotti allo zenzero li ho. Il divano con la copertina calda calda a portata di mano è già pronto e quindi possiamo iniziare a spararci una bella sequenza di serie animate.

 

DanMachi – È sbagliato cercare di incontrare ragazze in un Dungeon?

 

Solo il titolo è tutto un programma! Però è quello che davvero si chiede il nostro protagonista durante i primi episodi: “È forse sbagliato cercare di incontrare una ragazza in un Dungeon?”. Potrebbe sembrare il solito prodotto incentrato su un protagonista porcellone con un harem di belle ragazze che lo circondano, ed in parte lo è per il numero di belle ragazze che girano, ma perlomeno Bell Cranel, il nostro protagonista, sembra essere un personaggio rispettoso al limite del tontolone.

Il Dungeon è un posto misterioso della città di Orario dove gli avventurieri vanno alla ricerca di fama e ricchezze e possono stipulare un contratto con un dio o una dea per ottenere poteri aggiuntivi ed alleati. Così facendo si uniscono ad una Familia. Bell Cranel è l’unico membro della Familia Estia fondata dall’omonima dea.

Nel Dungeon, il nostro protagonista incontra la bella e glaciale Ais Wallenstein, spadaccina di alto livello, e decide di superarla per avere una possibilità di essere notato da lei. La forte determinazione che Bell dimostra si concretizza in un’abilità unica che lo metterà al centro dell’interesse di numerose divinità. Questo creerà una serie interessante di macchinazioni ed inganni che porteranno il nostro protagonista in situazioni molto rischiose.

La prima stagione di DanMachi è stata doppiata in italiano e può essere recuperata facilmente sulle piattaforme online di streaming. L’opera però continua e si sviluppa attualmente su quattro stagioni ed un lungometraggio animato.

 

Ranking Of King

 

Credo che la frase perfetta per iniziare a descrivere quest’opera sia: “Non giudicare il libro dalla copertina!”. Il primo episodio di Ranking of King è tutto fuorché un valido biglietto da visita. I disegni sono teneri, con uno stile davvero peculiare, e la storia inizia in modo quasi infantile; tutto questo può suggerire che questo sai un lavoro dedicato ai bambini… SBAGLIATISSIMO!

Ranking Of King è una storia emozionante, tenera, avvincente e a tratti commovente. Le trame sono molto più articolate di quello che si può pensare a prima vista; la caratterizzazione dei protagonisti è davvero buona ed il protagonista ti conquisterà emotivamente come raramente mi è capitato.

Il giovane e ingenuo principe Bojji è sordo, non è in grado di parlare né di maneggiare una spada; nonostante ciò punta a diventare un grande re. Suo padre, il morente re Bosse, lo indica come erede alla corona, ma alla sua morte i membri della corte si oppongono e incoronano Daida, figlio di seconde nozze di Bosse. Dietro a questo colpo di stato però si cela una figura avvolta nel mistero e nell’oscurità che mira a ben altri obiettivi.

La prima stagione è stata doppiata in italiano di recente e i fan sono in trepida attesa della seconda stagione. Il lavoro svolto da WIT Studio è, come al solito, di altissimo livello. Dovete dare assolutamente una possibilità a Ranking Of King perché vi garantisco che lo adorerete!

 

Chainsaw Man

 

Denji è un orfano senzatetto che casualmente incontra Pochita un piccolo cagnolino con una motosega in testa. La tenera creatura è ferita ed il ragazzo la cura donandogli il suo sangue; così facendo sigla un contratto con il Demone Motosega. I due si guadagnano da vivere cacciando Diavoli sottobanco per la yakuza finché un giorno, in uno scontro con il Diavolo Zombi, Denji viene apparentemente ucciso.

Pochita, spinto da un sentimento di gratitudine inconsueto per le creature demoniache, prende il posto del cuore di Denji ed i due diventano un ibrido umano-diavolo. Da quel momento il ragazzo decide di inseguire il suo sogno più profondo, toccare le tette di una ragazza.

Chainsaw Man è un prodotto violento ed a tratti disturbante che rasenta spesso l’estrema stupidità. Tranquilli però: l’anime ha anche dei lati negativi. In pratica il personaggio di Denji è una versione giapponese di Ash Williams (reparto ferramenta), interpretato dal mitico Bruce Campbell, protagonista dei film La Casa, L’Armata Delle Tenebre e della serie TV Ash vs Evil Dead.

Quest’anime è un horror demenziale con secchiate di sangue e scene a forte sfondo erotico sessuale, ma tutto questo è gestito con una buona dose di surreale ironia che, in fin dei conti, lo esalta e ce lo fa piacere. Chainsaw Man è stato rilasciato solo da poco e solo con i sottotitoli in italiano. La messa in onda dei primi episodi è stata seguita da tantissime polemiche, ma il prodotto ha buone potenzialità e ho fiducia che presto sarà doppiato a dovere anche per il mercato nostrano.

 

Mobile Suit Gundam: The Witch From Mercury

 

Anno 122. Un’era in cui una moltitudine di corporazioni è entrata nello spazio e ha costruito un enorme sistema economico. Suletta Mercury, una ragazza di Mercurio, si trasferisce all’Asticassia School of Technology, gestita dal Gruppo Beneritt che domina l’industria dei mobile suit. Insieme alla nostra protagonista arriva anche il Gundam Aerial, celato sotto mentite spoglie di un comune Mobile Suit.

La peculiare caratteristica della scuola è quella di far accettare ogni proposta o progetto a seguito di uno scontro tra Mobile Suit. Suletta Mercury verrà immediatamente coinvolta in questa pratica diventando immediatamente il pilota da battere, ma la nostra marziana è di indole davvero buona e dolce tanto da farsi infiniti scrupoli prima di affrontare un avversario.

La storia non è particolarmente avvincente né sotto l’aspetto sentimentale né sotto quello più movimentato dei duelli tra robottoni. La serie animata è ancora agli esordi, ma le premesse sembrano scivolare verso una mediocrità profonda se non fosse per le trame nascoste alle spalle dei protagonisti. La tecnologia dei Gundam è proibita, ma diversi gruppi industriali sviluppano in gran segreto le proprie armi per eguagliare, se non superare, la potenza del famoso Mobile Suit; quali intrighi ci sono dietro?

La serie è tuttora solo sottotitolata in italiano. Difficile dire se avrà successo o meno, ma dalle premesse potrebbe non arrivare mai l’annuncio di un doppiaggio. Staremo a vedere se le trame nascoste saranno in grado di rialzare questa mediocrità che fino ad ora ha avuto solo il merito di legare un ricordo traumatico alla canzone Happy Birthday to You.

 

Spero che questa selezione vi aiuti a digerire l’abbuffata di cibo che sicuramente orbiterà nel vostro stomaco per diversi giorni. Buona digestione!

Per condividere questo articolo: