Consigli Per Gli Acquisti

Il mondo della pubblicità fatto a pezzi in una pellicola geniale!

 

20210323 consigli 1

 

Silvio Baldoni lo abbiamo già conosciuto con Strane Storie, un film visionario e divertentissimo. Il regista torinese qualche anno dopo porta sullo schermo Consigli Per Gli Acquisti, un superbo affresco sul mondo della pubblicità agli inizi degli anni 2000. Baldoni, che quel mondo lo conosce bene, ne accentua (ma nemmeno troppo) le assurdità e le ipocrisie, realizzando un film al tempo stesso grottesco, folle ma anche terrificante.

Baldoni, contrariamente quanto visto in Strane Storie, impone qui un ritmo serrato, incalzante, quasi a voler imitare i tempi della Milano da bere degli anni ’90, a voler rappresentare la follia degli studi pubblicitari con una cadenza di eventi impossibili per un essere umano. Tutti i personaggi sono surreali proprio come le loro idee, e visto come si è poi sviluppato quel mondo si può facilmente pensare che la realtà non fosse poi così diversa da come Baldoni la rappresenti.

 

20210323 consigli 4

 

Ne scaturisce una pellicola che vede un susseguirsi di situazioni pazzesche, tutte in grado di far sghignazzare lo spettatore, lasciando però un retrogusto amarognolo quando ci si sofferma sulla pochezza umana di una cerchia di persone che nel bene o nel male hanno segnato quel tempi e che a tutt’oggi influenzano l’opinione pubblica.

Ed è qui che il film è anche terrificante: il sottotesto infatti è una fredda analisi dell’impatto della pubblicità sulle persone e di come possa far cambiare la percezione di una cosa semplicemente usando un ritornello o uno slogan ripetuto nel tempo. Se ci fermiamo a pensare come la televisione, nel suo insieme, sia capacissima di manipolare le menti (anche in campo politico, alla fine sono sempre spot pubblicitari), non può che correrci in brivido lungo la schiena. Non aggiungo altro, ma il film sarebbe da vedere già solo per questo.

 

20210323 consigli 3

 

Il cast è ottimo. I “veterani” di Strane Storie sono quasi tutti qui: il poliedrico e sempre inquietante Ivano Marescotti, la bravissima Silvia Cohen, la vamp Mariella Valentini; a questi si aggiungono Carlo Croccolo, Maurizio Crozza ed un sempre superbo Ennio Fantastichini. Le loro interpretazioni sono azzeccatissime e curate; attorno a loro però i comprimari non sono sempre all’altezza.

Abbiamo detto dello stile frenetico del film; mi ha ricordato quanto già visto in La Crisi!, con la differenza che il ritmo, leggermente meno incalzante in Consigli Per Gli Acquisti, viene però mantenuto inalterato praticamente per tutto il film. Una cosa non da poco.
L’ultimo aspetto su cui voglio porre l’attenzione è che in diversi momenti Baldoni non ci risparmia scene molto crude, magari senza scendere nel disgustoso, ma sicuramente inaspettate e forti. È anche grazie a queste che lo spettatore viene immediatamente spiazzato e costretto ad affrontare il film con un occhio diverso da quello usato per le commedie classiche.

 

20210323 consigli 2

 

Consigli Per Gli Acquisti è sicuramente un capolavoro, sebbene sia una di quelle perle nascoste forse perché scomode in un mondo dominato dalla pubblicità e che proprio la pubblicità va ad attaccare frontalmente.
Da recuperare e da vedere senza alcuna scusa.

 

Consigli per gli acquisti, 2002
Voto: 9